Notice
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items

Vivi il Verde a Rimini, e non solo

RIMINI. Si prospetta ricco di iniziative il penultimo weekend di settembre, da venerdì 22 a domenica 24, con due importanti manifestazioni che, nell’edizione 2017, si incontrano su tematiche incentrate fra cultura e natura.

 

Si inizia il 22 settembre con la IV edizione di Vivi il verde. Alla scoperta dei giardini dell’Emilia-Romagna, la rassegna promossa dall’Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna che propone tanti eventi nei giardini e nei parchi pubblici da Rimini a Piacenza.

Sabato 23 e domenica 24 si rinnova l’appuntamento con le Giornate Europee del Patrimonio, la manifestazione ideata nel 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione Europea per sottolineare la centralità della cultura quale essenziale fattore di coesione sociale. L’edizione #GEP2017, dedicata al tema “Cultura e Natura”, pone al centro dell’attenzione la natura quale parte integrante del patrimonio culturale.

 

Diversi gli appuntamenti in calendario che vedono coinvolti i Musei di Rimini nella valorizzazione di interessanti realtà del territorio:   

 

Vivi il verde. Alla scoperta dei giardini dell’Emilia-Romagna

 

venerdì 22 settembre ore 15.30

Loc. San Lorenzo in Correggiano

Il Giardino della Villa Des Vergers

Sulle colline riminesi si erge la Villa Des Vergers con il suo incantevole parco, uno dei rari esempi in Italia dell’eclettismo storicista francese di fine Ottocento. Tra il 1936 e il 1937 la proprietà, acquistata nel 1843 dal nobile parigino Marie Joseph Adolph Noël Des Vergers, passò al principe Don Mario Ruspoli che affidò l’intervento di restauro sul preesistente giardino francese a Pietro Porcinai, importante paesaggista italiano del XX secolo. Porcinai caratterizzò il giardino a sud, antistante la facciata dell’edificio, con una profonda vasca rettangolare lobata all’estremità, fiancheggiata da maestosi lecci foggiati a tronco di cono e addossata a un ninfeo con tre arcate e mascheroni da cui zampilla l’acqua. Nel giardino a nord, sul retro della villa, Porcinai propose l’esedra di verzura formata da cipressi. Il progetto si segnala anche per l’inserimento di numerose sculture di tema mitologico.

La visita guidata, organizzata in collaborazione con i Musei Comunali di Rimini, è a cura dall’arch. Emanuele Mussoni.

Per gruppi di max 50 persone. La partecipazione è gratuita. Si richiede prenotazione telefonica (Tel. 0541.704415) entro le ore 13 del 21 settembre

 

domenica 24 settembre ore 10

Parco Cervi (appuntamento all'ingresso del Parco, in Largo Giulio Cesare)

Il parco Cervi: storia, arte e natura nel cuore della Città

Dagli anni '60 del Novecento un nastro verde ripercorre, nel cuore della città, l'antico alveo del torrente Ausa che, con il Marecchia, segnava i confini di Ariminum. Un polmone verde che unisce la marina al centro e all'entroterra attraverso un percorso ciclopedonale. 

La visita interessa il parco Alcìde Cervi con le sue importanti vestigia storico-artistiche: dall'ultimo tratto della via Flaminia che, valicato il ponte sull' Ausa, terminava all'Arco di Augusto, alle mura malatestiane, dai villini del primo Novecento al Monumento alla Resistenza, opera dello scultore Elio Morri; per proseguire con il paesaggio e l'ambiente naturale, disegnato da piante e arbusti.

La visita è a cura di Nicola Leoni, Silvia Monetti e Carlo Ferrari (botanico - professore dell’Università di Bologna – che parlerà del significato della presenza delle piante nei luoghi e dell'origine dei loro nomi, in quanto le piante sono protagoniste di molte storie naturali e umane) e in collaborazione con Italia Nostra Sezione di Rimini.

 

domenica 24 settembre ore 11.30

Parco Cervi (appuntamento al Monumento alla Resistenza, via Roma)

Il parco Cervi: disegnare la natura

Un invito a vivere il parco da protagonisti disegnando la natura e il paesaggio, interpretare con i sensi e con gusto “romantico” ambiente, arte e storia sapendo cogliere scorci originali in quello che è un panorama quotidiano.

I partecipanti dovranno portare con sé un blocco da schizzo, una matita dura e una morbida.

La proposta è  cura di Sonia Fabbrocino.e si rivolge a giovani (da 8 anni) e adulti.

 

 

Giornate Europee del Patrimonio

 

sabato 23 settembre dalle ore 14.00

Parco XXV Aprile (nei pressi dell’invaso del Ponte di Tiberio)

Tra Cultura, Natura e Storia: Open Day con la LegioXIII Gemina di Rimini

L’evento intende presentare l’attività di rievocazione storica della Legio XIII Gemina nel suo contesto più idoneo, la natura, valorizzando il Patrimonio culturale del territorio con il coinvolgimento  dei cittadini nelle attività e approfondendo in modo critico il rapporto tra l’uomo e la natura.

L’attenzione è rivolta all’interazione dell’uomo con l’ambiente in epoca romana imperiale con richiami fra l’antica Roma e il nostro Presente, in una “living history” che la Legio XIII propone spesso in contesti naturali, quanto più possibile spogli da “contaminazioni” moderne per calarsi al meglio in situazioni di vita fortemente legate a un contesto sia storico sia naturale e ricreare spaccati ispirati a quanto conosciamo del nostro passato.

In questo caso il Parco XXV Aprile, con sullo sfondo il Ponte di Tiberio, è un connubio perfetto tra natura, cultura e storia.

Share

Da domani Notte Rosa a Riccione

Da domani Notte Rosa a Riccione

RICCIONE. Da domani fino al 7 luglio, al Palazzo dei Congressi e nell’arena allestita a Piazzale C..
La Strada dei Vini di Rimini

La Strada dei Vini di Rimini

RIMINI. Nulla da invidiare alle rinomate Strade dei Vini toscani e altoatesini. La Strada dei Vini d..